Passa ai contenuti principali

Lo studio Curci & Genovese utilizza Blackberry Messenger. Se volete potete comunicare con noi anche così

Per chi usa da tempo Blackberry non è necessario spiegare di cosa si tratta, ma per tutti gli utenti di Iphone e Android rappresenta un'importante novità.

Da qualche mese, infatti, è possibile utilizzare anche per dispositivi non Blackberry quali i telefoni Iphone o Android (es: i Samsung Galaxy) la famosa applicazione per comunicare in tempo reale, scambiare immagini, file, video effettuare chiamate audio/video e molto altro ancora.

Per fare ciò basta scaricare l'apposita applicazione messa a disposizione gratuitamente sugli store dei detti apparati (Itunes per Iphone e Play Store per Android) e configurare il proprio profilo.

Tale strumento è estremamente funzionale soprattutto per la rapidità di utilizzato e per la sua continua disponibilità e, dunque, è stato scelto dai professionisti del nostro studio per comunicare tra loro.

E' possibile contattare il nostro studio indirizzando un messaggio al profilo dell'Avv. Emilio Curci, identificato come contatto Emilio Curci o all'Avv. Antonia Genovese identificata come Antonia Genovese.

Se anche voi volete contattarci in tempo reale in maniera rapida, funzionale e assolutamente gratuita potete farlo installando l'applicazione sul vostro telefono e inviarci un messaggio di invito ad entrare a far parte dei vostri contatti.

Per farlo eseguite queste semplici operazioni:

1) Aprite l'applicazione Blackberry Messenger (da ora per brevità BBM) sul telefono.

2) Nella schermata principale premete il tasto "Altro" e, quindi, fate clic su "Invita a BBM". Si aprirà una finestra per inviare un messaggio. 

3) Nel campo vuoto inserite l'indirizzo email: emiliocurci@emiliocurci.net o antoniagenovese@emiliocurci.net e, quindi, premete "invia". 
Sarà inviata una mail al nostro indirizzo e provvederemo ad accettare l'invito. Completata tale operazione il nominativo Emilio 

Curci o Antonia Genovese appariranno tra i vostri contatti e sarà possibile inviarci messaggi o, comunque, utilizzare tutte le possibilità di comunicazione offerte dal sistema

Commenti

Post popolari in questo blog

Lo studio legale Curci & Partners seleziona neolaureati per tirocinio professionale

A seguito dell'avvio del processo di riorganizzazione e ristrutturazione lo studio legale Curci & Partners (già studio legale Curci & Genovese), come indicato nei precedenti post, intende avviare un iter di selezione di neolaureati in giurisprudenza ai quali far compiere il periodo di tirocinio professionale al proprio interno.

All'esito di tale periodo di formazione ai soggetti prescelti che terminereanno con profitto il tirocinio professionale, acquisendo il titolo di avvocato, lo studio valuterà la possibilità di offrire proposte di associazione  nella propria struttura.

Al fine di conoscere i requisiti richiesti per partecipare a tale selezione è possibile consultare la pagina www.emiliocurci.net/tirocinio attraverso la quale inviare anche la propria candidatura.

Pubblicata la nostra nuova informativa sulla privacy

Come a tutti noto, il prossimo 25 maggio 2018 entrerà in vigore anche in Italia il c.d. GDPR (acronimo di General Data Protection Regulation) istituito dal Regolamento UE 679/2016. La nuova norma impone diverse modifiche in materia di privacy a diversi soggetti che trattano i dati personali tra cui anche ovviamente i professionisti legali.  Rimandando a successivi approfondimenti che saranno pubblicati sul sito l'impatto dei contenuti sulla professione legale, il nostro studio ha innanzitutto adeguato la propria informativa privacy alle nuove regolamentazioni normative alla nuova versione che riportiamo di seguito.

Da oggi lo studio è abilitato ad accettare pagamenti tramite POS e strumenti elettronici avanzati

Lo studio legale Curci & Partners, non solo per adeguarsi alla normativa in vigore, ma soprattutto per venire incontro alle esigenze della propria clientela si è dotato di un apposito POS per ricevere pagamenti elettronici tramite carte di debito e/o di credito, nonchè attraverso strumenti elettronici avanzati.
Il dispositivo scelto per tali operazioni consente ai clienti di effettuare i pagamenti delle prestazioni professionali attraverso tutte le più comuni carte di debito / credito (Visa, Vpay, Mastercard, Maestro, American Express, Diners Club, Discover), nonchè i più recenti strumenti di pagamento digitali (Apple Pay e G Pay).