Passa ai contenuti principali

Per i colleghi avvocati: se la pensate come noi firmate anche voi la lettera contro gli articoli apparsi su "Repubblica" e "Altroconsumo"


Sono recentemente apparsi sulla stampa un articolo del 12.07.2011 sul quotidiano "Repubblica" e un'inchiesta sul mensile "Altroconsumo" n. 450 del mese di luglio 2011 dal titolo "«Avvocati, poca concorrenza. Fino a 600 euro per il primo colloquio», fortemente lesivi del decoro e della professionalità della categoria e soprattutto non caratterizzati dal requisito dell'obiettività.

Per questo motivo gli avvocati dello studio legale Curci & Genovese unitamente ad una serie di altri colleghi italiani iscritti alla lista di discussione giuridica "Legalit" hanno deciso di scrivere una lettera alle predette testate giornalistiche al fine di lamentare la scarsa obiettività degli articoli e la scorrettezza del metodo di indagine utilizzato che, peraltro, riguarda  un numero estremamente esiguo di avvocati rispetto alla realtà nazionale.

Scopo della lettera è quello di essere citata sulle predette testate anche al fine di rappresentare una diversa e probabilmente più realistica visione della realtà.

Qualunque collega si ritrovi nello spirito della lettera, previa lettura, può dunque sottoscriverla aggiungendo la propria firma a quelle già apposte cliccando sul seguente link: 


Commenti

Post popolari in questo blog

Inoltrate le prime due richieste di decreto ingiuntivo europeo dallo Studio

In data odierna sono state inoltrate a mezzo posta, presso due uffici giudiziari di altrettanti Stati membri dell'Unione (Spagna e Bulgaria), per conto di una società cliente dello Studio le prime due richieste di decreto ingiuntivo europeo nei confronti di società con sede all'estero. Si rammenta brevemente che, il "decreto ingiuntivo europeo" è stato introdotto dal regolamento n. 1896/2006 che istituisce un "procedimento europeo di ingiunzione di pagamento". Tale procedura consente al creditore – in via facoltativa – di ricorrere al ricorso al procedimento europeo o di impiegare le procedure nazionali. Il procedimento speciale disciplinato dal regolamento è applicabile ai crediti non contestati nel settore civile e commerciale, mentre restano escluse le controversie inerenti l’ambito doganale, amministrativo, fiscale, in materia di fallimenti, concordati e procedure similari, in ordine al regime patrimoniale dei coniugi, testamenti e successioni, nonché …

Chiusura per ferie e orari estivi dello studio

Comunichiamo che lo studio legale Curci & Genovese rimarrà chiuso per ferie dal 5.08 al 18.08.2013 e, pertanto, in detto periodo non sarà possibile, nè ricevere clienti, nè essere raggiunti telefonicamente ai recapiti telefonici.
Resta, comunque, sempre possibile contattarci via email all'indirizzo info@emiliocurci.net che viene consultato in tempo reale dai nostri avvocati al fine di fissare appuntamenti e/o colloqui per esigenze straordinarie che si dovessero verificare nel detto periodo.
Ricordiamo, in ogni caso, che è possibile stabilire dei contatti con i nostri professionisti, anche fuori studio, in modalità telematica così come meglio specificato nella nostra pagina, previo apposito appuntamento sempre da fissare tramite richiesta inoltrata all'indirizzo info@emiliocurci.net.
L'attività di studio riprenderà a partire dal giorno 19 agosto, sebbene in modalità ridotta. 
Per tali motivi, fino al successivo giorno 26, vi preghiamo di prediligere lo strumento della …

Lo studio legale Curci & Genovese è abilitato ad utilizzare il processo tributario telematico

Il nostro studio legale si è abilitato, previa apposita registrazione sulla piattaforma della Giustizia Tributaria telematica all'utilizzo del processo tributario telematico e ne sta utilizzando regolarmente i sistemi.

Abbiamo, infatti, già introdotto diversi ricorsi in modalità completamente telematica, dalla notifica dell'atto sino al deposito presso la competente Commissione Tributaria Provinciale velocizzando così i tempi di gestione del contenzioso e ottenendo anche risparmi per i clienti dal momento che tutte le notifiche non vengono più eseguite in modalità cartacea, ma esclusivamente a mezzo di posta elettronica certificata.

Ricordiamo che il processo tributario telematico è ormi attivo sull'intero territorio nazionale e, dunque, è possibile, sin d'ora, gestire contenziosi fiscali presso qualsiasi commissione provinciale, motivo per cui i nostri professionisti sono a disposizione di chiunque abbia bisogno di apposita consulenza in materia.